Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Nuove telecamere ad alta definizione, in centro e nei sobborghi

Questo sembra essere il progetto dell'amministrazione comunale di Alessandria in materia di sicurezza e di "aiuto alle forze dell'ordine". Nuove telecamere ad alta definizione, in diversi punti strategici della città e dei sobborghi: 120 mila euro messi a disposizione con un maggiore coinvolgimento degli "istituti di sorveglianza"
 ALESSANDRIA - Dopo i fatti delle ultime settimane la parola “sicurezza” è entrata nel vocabolario di tutte le realtà, in tutte le città e in tutte le case. E Alessandria il suo piccolo “far west” lo ha vissuto solo poche settimane fa al quartiere Cristo, in via Norberto Rosa dove la saracinesca di un bar della zona è stata presa di mira da colpi di pistola. Una vera e propria sparatoria. 

E' proprio in riferimento a questo episodio di cronaca che il consigliere comunale 5 stelle, Domenico Di Filippo, ha chiesto chiarezza in materia di sicurezza, soprattutto su quella zona. “L'episodio in questione è oggetto di indagini molto delicate – ha risposto il sindaco Rita Rossa – Ma a fronte di quell'evento si è ancora più rafforzato il coordinamento tra forze dell'ordine sotto l'egida della Prefettura”. Polizia, Carabinieri e anche Municipale ancora oggi “sorvegliano” la zona, con una maggiore attenzione e un aumento di pattuglie per un monitoraggio costante.

Una maggiore presenza quindi non solo in alcuni punti cardine del centro cittadino, come i giardini pubblici, ma anche in altri quartieri e zone della città, sobborghi compresi. A tal fine l'amministrazione sta valutando un progetto: “intanto sono state destinate risorse, 120 mila euro, che vanno anche a compensazione del lavoro straordinario degli agenti. Poi quello che è necessario è avere strumenti, ovvero occhi elettronici, di ultima generazione che rappresentino davvero un 'aiuto' per le forze dell'ordine”. Telecamere quindi ad alta definizione che permettano la migliore qualità possibile dell'immagine, collocate in punti strategici che le stesse pattuglie devono segnalare.

Ma visto che “più occhi ci sono in giro” più si ottengo risultati il primo cittadino in questo “progetto” spera di poter coinvolgere anche gli istituti di sorveglianza. Un'idea che non tantissimo tempo fa era stata portata all'attenzione dal gruppo consiliare di Sinistra Ecologia e Libertà. Contattare e coinvolgere le compagnie di vigilanza privata “affinchè qualora si trovassero ad osservare situazioni degne di particolare attenzione, possano mettersi facilmente e velocemente in comunicazione con agenti e forze di polizia” per intervenire.
27/11/2015

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Operazione Borderline
Operazione Borderline