Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Scritte sui muri di Villa Guerci: "la ripuliamo? E' un bene comune"

Interpellanza del capogruppo di Sel, Renzo Penna, sulla condizione della facciata di Villa Guerci, "bene comune", imbrattata di scritte. "Riportarla alla condizione originaria" è la richiesta
 ALESSANDRIA - Villa Guerci: conosciuta come sede della Protezione Civile, di proprietà del Comune e per questo anche location per cerimonie e matrimoni civili. Villa Guerci è stata progettata e realizzata da Giovanni Guerci nel 1895, 120 anni fa, all’angolo tra via Faà di Bruno e via Tripoli che venne danneggiata nel bombardamento aereo del 5 aprile 1945 e successivamente restaurata nel 1948 e donata alla città dagli eredi dell’impresario e costruttore alessandrino.

Oggi ha conservato internamente le caratteristiche volte a botte e ha mantenuto nel restauro gli affreschi; anche esternamente “la villa è dotata di un gradevole e ben tenuto giardino - delimitato da una cancellata e due cancelli in ferro battuto - nel quale, tra l’altro, si trovano dei lampioni che testimoniano l’illuminazione ottocentesca della città”. E oggi? “Da alcuni anni la facciata della villa, dove sono situati gli ingressi, e il muretto di cinta che delimita il giardino, sono ricoperti da scritte e lordure che non paiono essere di particolare valore artistico e che, al contrario, finiscono per deturpare e rendere meno gradevole l’intero complesso” spiega Penna. “L’attuale amministrazione ha deciso di dotarsi di un regolamento sulla gestione condivisa dei 'beni comuni' per meglio mettere in valore la collaborazione dei cittadini nella gestione di spazi pubblici, immobili e aree verdi da tutelare e valorizzare”.

Per tutta questa serie di motivazioni, il capogruppo di Sel, Renzo Penna, per mezzo di una interpellanza chiede al sindaco e agli assessori competenti “se sono previsti interventi volti a ripristinare la condizione originaria della medesima e e si ritiene di considerare Villa Guerci un 'bene comune' da tutelare e nei confronti del quale promuovere l’attiva collaborazione dei cittadini e delle associazioni interessate”. Vista la vicinanza con l'istituto superiore “Saluzzo”, “se non si ritenga in primis di coinvolgere nell’azione di tutela e di possibile fruizione gli studenti e i docenti di quell'Istituto. Infine arriva la proposta: l’azienda speciale “Costruire Insieme”, vista la vicinanza di Villa Guerci con la Biblioteca Civica, Palazzo Cuttica e il Conservatorio Vivaldi si possa inserire in un circuito culturale, progettando iniziative atte a valorizzarla, a favorirne l’utilizzo e la partecipazione dei cittadini interessati, come ad esempio il “Circolo dei Lettori”.
26/06/2015

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Pride Alessandria: il corteo per le vie della città
Pride Alessandria: il corteo per le vie della città
Migliaia di partecipanti al Pride
Migliaia di partecipanti al Pride
StrAlessandria 2019
StrAlessandria 2019
'Canapa in Festival' a Borgo Rovereto, le immagini della prima edizione
'Canapa in Festival' a Borgo Rovereto, le immagini della prima edizione
Alessandria-Albissola 3-0, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Albissola 3-0, le foto di Gianluca Ivaldi
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria