Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Casale Monferrato

"Taglio" del Tribunale di Casale, un rimedio che è peggiore del male

Demezzi e Caire ribadiscono la loro contrarietà all'accoramento con Vercelli
CASALE MONFERRATO - Un no deciso dall'accorpamento del Tribunale di Casale con quello di Vercelli è satato espresso nell'ultima riunione della Commissione per la manutenzione dei locali e mobili degli uffici giudiziari di Vercelli, che si è tenuta nel capoluogo risicolo. Ad esprimerlo sono stati il sindaco di Casale Giorgio Demezzi e il presidente dell'Ordine degli Avvocati Pietro Caire. Dunque il mondo politico e quello forense casalese non abbassano la guardia nonostante il decreto dell'ormai ex ministro della Giustizia Paola Severino abbia fissato come data per la cessazione delle funzioni degli uffici giudiziari casalesi (e non solo) il 13 settembre prossimo.

Il primo obiettivo è il rinvio di questo provvedimento almeno alla fine dell'anno per permettere al nuovo Parlamento di rivedere la questione nella sua interezza. In questa direzione va una proposta di legge del senatore Lucio Malan, sollecitato anche da Demezzi, la quale dovrà venire discussa con urgenza nelle prossime settimane. Al giudizio negativo di Comune ed avvocati si aggiunge anche un aspetto pratico, non secondario: nonostante l'impegno attuale nello svolgimento dei lavori necessari per la realizzazione delle nuove strutture, il Comune di Vercelli non è in grado di fornire rassicurazioni sul completamento delle operazioni di concentrazione degli uffici casalesi a Vercelli entro la data di settembre. Pertanto il Comune di Casale Monferrato è disponibile a mantenere attiva la propria sede giuridica, razionalizzanzo eventualmente gli spazi per sopperire alla mancanza di fondi statali che coprivano, sino al 2011, il 70% delle spese.

"Sia chiaro però - spiega Demezzi - che non siamo disposti ad investire risorse per mantenere locali destinati ad archivio". Casale, dunque è pronta a sfoderare ancora altre iniziative per difendere il Tribunale, o quanto meno se proprio non fosse possibile, almeno una presenza di uffici giudiziari in città che si affiancherebbero al giudice di pace che, al momento, è invece una presenza sicura, anzi ampliata dall'accorpamento che farà dell'ufficio del giudice di pace di Moncalvo.
30/04/2013

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Bando Idealitu: aspettiamo le vostre idee!
Bando Idealitu: aspettiamo le vostre idee!
Commemorata la rivolta nel carcere di Alessandria
Commemorata la rivolta nel carcere di Alessandria
Mense: nuovo presidio sotto Palazzo Rosso
Mense: nuovo presidio sotto Palazzo Rosso
'GiocALMocca', per la festa finale coinvolti oltre 300 bambini delle scuole alessandrine
'GiocALMocca', per la festa finale coinvolti oltre 300 bambini delle scuole alessandrine
stralessandria2018 le immagini degli stands in piazza
stralessandria2018 le immagini degli stands in piazza
stralessandria2018 le immagini della corsa primo gruppo
stralessandria2018 le immagini della corsa primo gruppo
Stralessandria2018 le immagini della corsa secondo gruppo
Stralessandria2018 le immagini della corsa secondo gruppo
Stralessandria2018 le immagini della corsa terzo gruppo
Stralessandria2018 le immagini della corsa terzo gruppo
Stralessandria2018 le immagini della corsa quarto gruppo
Stralessandria2018 le immagini della corsa quarto gruppo
Casa delle Donne: il Comune dice 3106 volte no
Casa delle Donne: il Comune dice 3106 volte no