Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Punti forti e criticità della mobilità in città: il report TRT

Dalla società di consulenza individuata dal Comune ecco l'analisi dei vantaggi e dei problemi che Alessandria registra in tema di mobilità. Sulla base di questa disamina partiranno gli interventi concreti in città
ALESSANDRIA - Proseguiamo l'analisi del report presentato dalla società TRT all'Amministrazione comunale: dopo aver presentato alcuni aspetti salienti della mobilità in città ecco le analisi del parter milanese individuato da Palazzo Rosso per arrivare a costruire un vero e proprio Piano della Mobilità Sostenibile in città, strumento che potrebbe rivoluzionare le nostre abitudini di spostamento. 

Oggi cominciamo a raccontare i punti di forza e di debolezza della nostra città e dei suoi sobborghi, almeno secondo quanto individuato da Trt. 

"La costruzione del quadro conoscitivo, attraverso l’analisi delle informazioni messe a disposizione dall’Amministrazione, il confronto con il gruppo di lavoro tecnico-politico, i sopralluoghi e i rilievi effettuati - si legge nel report, che a breve la Giunta renderà disponibile integralmente sul sito del comune, perché prosegua il dialogo con i cittadini - ha consentito di individuare le principali criticità e le caratteristiche (punti di debolezza e di forza) relative al sistema della mobilità della città di Alessandria. Le principali caratteristiche del contesto analizzato sono descritte in funzione dei seguenti temi: offerta di trasporto (reti e servizi), rete viaria e regolamentazione trasporto pubblico, sosta e parcheggi, mobilità ciclopedonale, domanda di mobilità, impatti sociali e ambientali.

Ecco, nel dettaglio, punto dopo punto, cosa è emerge secondo la società di consulenza. 

Offerta di trasporto: 
Alessandria, secondo TRT, ha buone connessioni con le reti lunghe e con il sistema autostradale, una viablità di rango superiore per raccogliere e distribuire il traffico di lunga percorrenza, una rete viaria principale che funziona in maniera efficiente e con una buona capacità, con un sistema di circonvallazione sugli spalti che raccoglie i flussi in entrata e distribuisce quelli in uscita. 

Sul fronte delle criticità bisogna però tenere conto, sempre secondo l'analisi della società di Milano, che l'area urbana centrale entro gli spalti ha un reticolo viario di ridotte dimensioni, che gli attraversamenti delle frazioni comunali avvengono su una viabilità storica spesso non adeguata. che c'è un evidente problema di manutenzione delle strade (carregiata, marciapiedi, piste ciclabili, segnaletica, etc) e che esistono nodi critici lungo gli spalti poco adatti a gestire i flussi veicolari e ciclo-pedonali. 

Regolamentazione viaria:
Fra i punti di forza la società TRT individua la presenza in città di aree pedonali e zone a traffico limitato, sebbene coprano solamente una ridotta porzione del centro storico, e la semplicità delle regole di accesso alla ZTL/APU.

I punti di debolezza sono invece riscontrabili nella durata temporale limitata della ZTL (solamente dalle 16 alle 20 in alcuni vie tutti i giorni e in altre solamente nei festivi e prefestivi), la mancanza di un sistema di controllo della ZTL e APU, lo schema di circolazione nel centro storico che si presta a percorsi di attraversamento improprio e la localizzazione dell'importante parcheggio di rotazione di Piazza Libertà in un'area così centrale.

Trasporto pubblico:
Sul fronte dei trasporti i punti di forza sono, paradossalmente, la ristrutturazione in corso delle modalità di erogazione dei servizi (con la presenza di un nuovo operatora e una prossima gara per l'affidamento, che permette un ripensamento generale dei servizi offerti), la stazione ferroviaria come fulcro della rete (con possibilità di interscambio fra linee e tra bus e servizio ferroviario) e la presenza di stazioni ferroviarie in alcuni sobborghi (Spinetta, San Giuliano, Cantalupo e Valmadonna) che, in presenza di un adeguato servizio, potrebbero agevolare i collegamenti urbani. 

Secondo la società di consulenza le debolezze riguardano il grande calo nell'ultimo triennio del servizio offerto dal trasporto pubblico (-20%), dei servizi pubblici complessivamente poco attrattivi in termini di qualità dei mezzi, percorsi, qualità, frequenze e orari di servizio (specialmente nei giorni festivi), scarsa manutenzione delle fermate, mancanza di corsie preferenziali e percorsi dedicati al trasporto pubblico, l'offerta e la chiarezza del servizio in ambito extraurbano (servizio lacunoso) e, nonostante l'infrastruttura e le relazioni disponibili, le connessioni ferroviarie soprattutto di lunga percorrenza (ad esempio con Milano) che sono di bassa qualità. 

Sosta e parcheggi:
Le opportunità da valorizzare riguardano, secondo il report di TRT, la constatazione che la sosta a bordo strada nel centro storico e nelle sue vicinanze sia tariffata, così da proteggere l'area storica dalla pressione delle auto, garantire una rotazione e disincentivare la sosta di lunga durata e la presenza nell'area centrale di una buona dotazione di parcheggi a pagamento a rotazione. Tuttavia - si sottolinea nel report - tale rotazione risulta non completamente sfruttata e anzi presenta una notevole riserva di capacità (come nel caso del parcheggio di via Parma, inutilizzato per il 65% del suo potenziale).

Altre criticità riguardano l'eccessiva semplicità della tariffazione della sosta (due sole tariffe orarie diverse in funzione della zona) che non sempre è coerente con un sistema di disincentivo progressivo dell'accesso con l'auto agli ambiti urbani più delicati e pregiati, l'eccessiva economicità delle tariffe, tali da non spingere le persone a rinunciare all'auto, l'offerta di parcheggi su strada nel centro storico, che porta a un'elevata occupazione di supercie pubblica (a fronte della presenza di una buona dotazione di parcheggi a pagamento in struttura, peraltro solo parzialmente utilizzati) e il livello di occupazione degli spazi di sosta in quasi tutti gli ambiti indagati che, specie nelle ore di punta mattutine, è quasi sempre vicino alla saturazione. Si nota poi, sottolinea TRT, un problema specifico nel quartiere Pista, dove rimane una notevole difficoltà a trovare parcheggi liberi durante tutto l'arco della giornata. 

Nei prossimi giorni presenteremo l'ultima parte del report TRT riguardante il comparto ciclopedonale, la domanda di mobilità in città, gli impatti socio-ambientali e alcune considerazioni conclusive. 
27/07/2016

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Ponte Morandi: le drammatiche immagini dopo il crollo
Ponte Morandi: le drammatiche immagini dopo il crollo
Incendio alle Capanne di Marcarolo: le operazioni dei Vigili del Fuoco
Incendio alle Capanne di Marcarolo: le operazioni dei Vigili del Fuoco
Tim Cup: Alessandria-Giana Erminio 0-1 Le foto di Gianluca Ivaldi
Tim Cup: Alessandria-Giana Erminio 0-1 Le foto di Gianluca Ivaldi
Centauri 2018: primo gruppo
Centauri 2018: primo gruppo
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Mense: presidio sotto palazzo Rosso di lavoratori e sindacati
Mense: presidio sotto palazzo Rosso di lavoratori e sindacati
Inaugurato il progetto Lara: gli amici a 4 zampe entrano in Ospedale
Inaugurato il progetto Lara: gli amici a 4 zampe entrano in Ospedale
Uno sguardo al futuro: undici artisti indagano sul nostro domani
Uno sguardo al futuro: undici artisti indagano sul nostro domani
Inaugurato il nuovo Centro Giovani ai Giardini Pittaluga
Inaugurato il nuovo Centro Giovani ai Giardini Pittaluga
Operazione Black and White dei Carabinieri contro il capolarato
Operazione Black and White dei Carabinieri contro il capolarato