Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Società

Cuccioli di capriolo, ecco perchè è meglio non toccarli

In questo periodo dell'anno può capitare di trovare cuccioli di capriolo accovacciati nell'erba. Il servizio di vigilanza faunistica avverte: “non toccateli, non sono abbandonati”
PROVINCIA - “Non toccate i cuccioli di capriolo accovacciati nell'erba. Non sono abbandonati”. L'avvertenza arriva dal servizio di Vigilanza Faunistica della Provincia di Alessandria che ha varato un vademecum sul corretto comportamento da tenere in caso di avvistamento dei bambi.
Come ogni tarda primavera ed inizio estate, infatti, aumenta il numero di piccoli di capriolo raccolti da “buoni volenterosi” in giro per le campagne alessandrine. Non si tratta di animali abbandonati dalle madri. Al contrario, i piccoli sono lasciati tra le sterpaglie, a poca distanza dalla tana, per preservarli dall'attacco di predatori. I bambihanno infatti la possibilità di “mimetizzarsi”, grazie al mantello maculato e dall’assenza di odore di cui è provvisto.

I piccoli di capriolo trovati casualmente non devono essere soccorsi, non devono essere toccati o spostati da dove si trovano, pena la loro stessa futura sopravvivenza.

“L’osservatore fortuito deve al contrario allontanarsi nel più breve tempo possibile per permettere alla madre, che nel frattempo lo avrà fiutato, di tornare dal proprio piccolo per portarlo al sicuro in un altro posto”, spiegano dal servizio Vigilanza.

Gli animali che vengono prelevati, dovranno essere svezzati all’interno di strutture specializzate, con le conseguenze devastanti che ne derivano: una volta raggiunta l’età adulta, infatti, non saranno più in grado di integrarsi tra i propri conspecifici, riconoscendo l'uomo come proprio simile.

Inoltre, nel caso dei piccoli di sesso maschile, questi, identificandosi con l'uomo, quando saranno adulti, nel periodo degli amori adotteranno tutti i comportamenti rituali nei suoi confronti instaurando col malcapitato dei veri e propri combattimenti, con tutti i rischi che ne conseguono.

A chi avvista cuccioli di capriolo a bordo strada, si chiede di spostare gli stessi avvolgendoli in una coperta, (non a mani nude) a 10-20 metri dalla carreggiata, in modo tale che la madre li possa ritrovare al suo ritorno.

Peraltro, dagli uffici della Provincia ricordano come l’articolo 21 comma 1 lettera o, della Legge 157/1992, vieta, tra l’altro, la cattura di piccoli nati di mammiferi, sanzionando amministrativamente i trasgressori, con possibilità di valutare sussistenza di illecito penale nei casi più gravi.
4/06/2019

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Pride Alessandria: il corteo per le vie della città
Pride Alessandria: il corteo per le vie della città
Migliaia di partecipanti al Pride
Migliaia di partecipanti al Pride
StrAlessandria 2019
StrAlessandria 2019
'Canapa in Festival' a Borgo Rovereto, le immagini della prima edizione
'Canapa in Festival' a Borgo Rovereto, le immagini della prima edizione
Alessandria-Albissola 3-0, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Albissola 3-0, le foto di Gianluca Ivaldi
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria