Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Economia e lavoro

Imprese con il segno 'meno' anche ad Alessandria

I dati del Registro imprese delle Camere di commercio piemontesi registrano una diminuzione delle iscrizioni fra gennaio e marzo, anche se è la conseguenza di un assestamento statistico. La regione resta comunque economicamente 'fragile'
ECONOMIA E LAVORO – La cassa integrazione che cala non è un sintomo certo di miglioramento, così come le indagini delle associazioni di categoria rilevano un clima generale, ma non la complessità dell'economia. Lo dimostrano, per esempio, i dati del Registro imprese delle Camere di commercio relativi al primo trimestre dell'anno, periodo in cui il sistema produttivo regionale “ha sofferto una nuova contrazione della base imprenditoriale” come rileva UnionCamere Piemonte. Nel periodo gennaio - marzo in Piemonte sono nate 8.424 imprese, a fronte delle 8.924 iscrizioni registrate nello stesso periodo del 2016. Al netto delle 11.113 cessazioni (valutate al netto delle cancellazioni d’ufficio, a fronte delle 11.041 del primo trimestre 2016), il saldo risulta negativo per 2.619 unità. Lo stock di imprese complessivamente registrate a fine marzo di quest'anno al Registro imprese delle Camere di commercio piemontesi era di 438.966 unità.
Il dato regionale è il risultato di una flessione che interessa tutti i territori, anche se in misura differenziata. Verbania (-0,44 per cento) e Novara (-0,48) registrano le contrazioni minori, Torino si attesta a -0,54, seguito da Asti (-0,55), mentre sono gli altri territori ha fare i conti con “dati peggiori della media regionale”: Cuneo -0,69, Vercelli -0,74, Alessandria -0,77, Biella -0,80. “Il bilancio dei primi tre mesi dell’anno riferiti a tutti i settori e a tutte le province piemontesi – osserva Ferruccio Dardanello, presidente di UnionCamere Piemonte – restituisce una regione più fragile. Statisticamente, comunque, in questo trimestre, si presentano in modo regolare saldi negativi: a fine anno si concentrano, infatti, la maggior parte delle cessazioni di attività, il cui riflesso – precisa Dardanello - si registra nel Registro imprese delle Camere di commercio nelle prime settimane del nuovo anno”.

L’analisi per forma giuridica evidenzia invece “segnali positivi” per le sole società di capitale, che rappresentano il 17,1 per cento delle imprese con sede legale in Piemonte e che hanno messo a segno, nel primo trimestre del 2017, un tasso di crescita del +0,52 per cento. Appaiono negativi, invece, i saldi anagrafici delle altre classi di natura giuridica: la flessione più intensa riguarda, ancora una volta, le imprese individuali (-0,87 per cento) che costituiscono la parte più rilevante del sistema imprenditoriale regionale. Infine, una nota di UnionCamere riassume l'andamento nei singoli settori. “Gli altri servizi (-0,11 per cento e il turismo (-0,40), gli stessi comparti che nel 2016 avevano realizzato le performance migliori – si legge - scontano le flessioni di minore intensità. L’industria in senso stretto (-0,62) segna un tasso in linea con il risultato medio del tessuto produttivo regionale. Il commercio (-0,85) e le costruzioni (-0,88) subiscono flessioni più marcate. Il risultato più negativo è, infine, quello dell’agricoltura (-1,51)”.
 
28/04/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Operazione Borderline
Operazione Borderline
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponte Tiziano: la crepa sul terrapieno
Ponte Tiziano: la crepa sul terrapieno
Teatro Comunale e Caffè Marini, cresce il degrado
Teatro Comunale e Caffè Marini, cresce il degrado
L'ex mercato coperto di via San Lorenzo tenta la rinascita
L'ex mercato coperto di via San Lorenzo tenta la rinascita
Il crollo del viadotto Morandi a Genova
Il crollo del viadotto Morandi a Genova