Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Cronaca

Nubifragio e disagi, Usb torna a denunciare la carenza di personale nei vigili del fuoco

Il sindacato autonomo dei vigili del fuoco torna a denunciare la carenza di organico: “oltre quaranta richieste in attesa a seguito del nubifragio dell'altra notte. Siamo sotto organico ed abbiano carenze di attrezzature”
CRONACA - Il sindacato autonomo dei vigili del fuoco, Usb, torna a denunciare la carenza di organico al comando di Alessandria.
Non mancano solo gli uomini, anche i mezzi e, nel caso di eventi eccezionali, come quelli della notte scorsa nel casalese, la mancanza risulta ancora più evidente.
Circa due mesi fa, il 9 maggio per l’esattezza, Usb Vigili del Fuoco e lavoratori avevano portato alla ribalta, per l’ennesima volta, con uno sciopero e manifestazione fronte prefettura, le condizioni in cui versa il corpo nazionale dei vigili del fuoco nella provincia di Alessandria.
In primis la carenza di organico, a fronte di 425000 cittadini circa ci sono 36 vigili ogni giorno in servizio h 24, festivi compresi, ovvero 1 vigile del fuoco ogni 11800 cittadini (media europea: 1 operatore ogni 1000 abitanti)”, dice il segretario Usb Giovanni Maccarino.

“Il nubifragio dell’altra notte ha messo a dura prova sul campo i lavoratori e i cittadini che non hanno potuto avere un’assistenza immediata”. Erano infatti “oltre 40 richieste in attesa”.

Prosegue il sindacalista, che è anche vigile del fuoco: “Probabilmente anche se fossimo stati a pieno regime di organico, avremmo avuto difficoltà a soddisfare tutte le richieste anche perché abbiamo carenze di attrezzature”.

Tutte problematiche esposte al prefetto di Alessandria e al Presidente della Provincia e politici locali chiedendo di farsi da tramite a livello nazionale indicando soluzioni previste da leggi già esistenti per velocizzare assunzioni (legge 205/17, risoluzione Fiano-stabilizzazione precari) e disegno di legge per una nuova Protezione civile per il recupero di ulteriori risorse e giusta/naturale collocazione del Corpo Nazionale vigili del fuoco alle dirette dipendenze della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Protezione Civile, fuori dal Ministero dell'Interno”.

“Su questo ultimo punto vogliamo focalizzare l’attenzione dell’opinione pubblica e politica in quanto l’altra notte è mancato l’apporto della protezione civile, nonostante fosse stato richiesto alla locale prefettura l’attivazione di risorse umane e attrezzature sempre pronte ad essere esposte nelle piazze solo per un ritorno d’immagine elettorale ma quando servono veramente”
6/07/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Centauri 2018: primo gruppo
Centauri 2018: primo gruppo
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Mense: presidio sotto palazzo Rosso di lavoratori e sindacati
Mense: presidio sotto palazzo Rosso di lavoratori e sindacati
Inaugurato il progetto Lara: gli amici a 4 zampe entrano in Ospedale
Inaugurato il progetto Lara: gli amici a 4 zampe entrano in Ospedale
Uno sguardo al futuro: undici artisti indagano sul nostro domani
Uno sguardo al futuro: undici artisti indagano sul nostro domani
Inaugurato il nuovo Centro Giovani ai Giardini Pittaluga
Inaugurato il nuovo Centro Giovani ai Giardini Pittaluga
Operazione Black and White dei Carabinieri contro il capolarato
Operazione Black and White dei Carabinieri contro il capolarato
Festival prevenzione e innovazione in oncologia ad Alessandria
Festival prevenzione e innovazione in oncologia ad Alessandria
La visita di Brumotti all'ospedale infantile Cesare Arrigo
La visita di Brumotti all'ospedale infantile Cesare Arrigo
Lo spettacolo in carcere, ispirato a 900 di Baricco
Lo spettacolo in carcere, ispirato a 900 di Baricco