Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Politica

Provincia, "buco" in bilancio di 4 milioni

Un buco da 4 milioni di euro per il bilancio consuntivo 2016 approvato ieri dal consiglio provinciale, riunito a palazzo Ghilini. "Nonostante la buona gestione" dell'ente, dice il presidente i tagli progressivi del governo centrale rischiano di non consentire per il 2017 la manutenzione delle strade e delle scuole
PROVINCIA - Un buco da 4 milioni di euro per il bilancio consuntivo 2016 approvato ieri dal consiglio provinciale, riunito a palazzo Ghilini. "Nonostante la buona gestione" dell'ente, dice il Presidente, i tagli progressivi del governo centrale rischiano di non consentire per il 2017 la manutenzione delle strade e delle scuole. Un grido d'allarme lanciato più volte da palazzo Ghilini che ieri, insieme al bilancio (votato dalla maggioranza) ha votato anche, all'unanimità, un ordine del giorno con il quale la presidenza si impegna a predisporre il bilancio di previsione "attuando tutte le necessarie misure finanziarie e contabili, comprese quelle di un'eventuale rivendicazione verso lo Stato, oltre a quelle già intraprese, delle risorse finanziarie sottratte negli esercizio 2015 e 2016". Si procederà quindi alla stesura del bilancio, senza tener conto dei nuovi tagli.

In ballo ci sono oltre 13 milioni di euro, secondo uno studio trasmesso dal Sose, Soluzioni per il Sistema Economico, società del ministero dell'Economia e Finanza, all'Unione delle Province Italiane. "Se i tagli dovessero essere confermati – ha spiegato il presidente Rita Rossa – si concretizzerebbe il rischio di una erosione del patrimonio dell'ente, con ripercussioni sulla sicurezza, incolumità pubblica e i servizi erogati al cittadino".  Il nuovo ordine del giorno si va ad aggiungere al ricorso straordinario al presidente della Repubblica dello scorso febbraio contro i decreti interministeriali e l'esposto cautelativo del marzo 2017 alla procura della Repubblica e alla Corte dei Conti.
Il disavanzo di amministrazione per il 2016, approvato nella stessa seduta del consiglio provinciale, ammonta di fatto a 4 milioni di euro, al "netto" dei fondi vincolati accantonati.  Altrimenti sarabbe stato di 11 milioni di euro il "buco". "Se l'andamento non cambia – ribadisce Rita Rossa – il 2017 sarà ancora peggio, nonostante l'oculata gestione dell'ente".

A salvare i conti, già una volta, era intervenuto il governo con un fondo compensativo "antidissesto"che aveva abbassato il taglio da 29 milioni a 15 milioni. "Non abbiamo più margini di manovra. Abbiamo operato tutti i risparmi possibili". 
"Viabilità ed edilizia scolastica sono servizi essenziali, che richiedono investimenti. Ne va della sicurezza dei cittadini", dice anche Rocco Muliere, vicepresidente. Marterdì il rendiconto 2016 dovrà essere approvato anche dall'assemblea dei sindaci. 
28/04/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano