Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Arquata Scrivia

Casa Gotica, pittoricità che ricorda il Nord Europa

Ogni tanto fa piacere tuffarsi in una vera e propria full immersion locale, alla scoperta di angoli dimenticati e, per questo, ancor più suggestivi e pittoreschi. Un tipico esempio è la bellissima casa gotica di Arquata Scrivia, un edificio costruito in epoca alto-medioevale, periodo di intensa crescita urbanistica per il paese.
ARQUATA SCRIVIA - La tendenza a sottovalutare le bellezze nostrane, che si nascondono a un tiro di schioppo dal nostro naso, è sempre più diffusa. Un errore comune tra giovani e meno giovani che, spesso, non conoscono a fondo il territorio che abitano e nel quale vivono, magari anche da molti anni. Ecco perché, ogni tanto, fa piacere tuffarsi in una vera e propria full immersion locale, alla scoperta di angoli dimenticati e, per questo, ancor più suggestivi e pittoreschi. Un tipico esempio è la bellissima casa gotica di Arquata Scrivia, un edificio costruito in epoca alto-medioevale, periodo di intensa crescita urbanistica per il paese. Del borgo medioevale, la parte più antica della città, resta a oggi solo la via Interiore, delimitata alle due estremità da due porte ogivali che ben si fondono con gli edifici moderni.

Ma veniamo alla casa gotica, le cui origini sembrano risalire al 1300, un caso eccezionale per la zona considerando l’ottimo stato di conservazione e la particolarità della tecnologia costruttiva. La casa è sorretta da una struttura in legno, presente anche nell’intelaiatura delle pareti verticali. Sviluppata su tre piani, è costituita da tre blocchi sovrapposti leggermente aggettanti: dalla stanza d’ingresso, che si affaccia sulla via principale e che era quasi sicuramente destinata a bottega, si sviluppa una scala in arenaria che attraversa la muratura, mentre un’altra porta, al secondo piano, si affaccia sul passaggio laterale, in vico Gelsomino.
Questa tipologia edilizia, tipica del Nord Europa, non è diffusa nel nostro Paese; infatti la sensazione di straniamento è sicuramente molto forte.

Per quanto riguarda la storia più recente, grazie a un finanziamento europeo, tra il 2000 e il 2006 la Regione Piemonte e il Comune di Arquata hanno potuto completare il progetto di restauro conservativo della casa. Successivamente si è posto il problema di attribuire alla casa una destinazione d’uso che consentisse di tenerla aperta, almeno occasionalmente, per i visitatori, proseguendo con una manutenzione ordinaria costante e non eccessivamente dispendiosa. Per questo si è deciso di darla in gestione all’associazione Arquator Presepi, che vi ha installato un’esposizione di presepi e di diorami realizzati dai membri dell’associazione. Particolarmente pregevole un diorama che rappresenta la stessa via Interiore di Arquata, un modello osservabile da tre punti di vista differenti: da ciascuna delle due porte agli estremi del borgo e dalla piazza antistante la casa gotica.
 
30/11/2014
Arianna Borgoglio - a.borgoglio@ilnovese.info

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa