Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Cassinelle

Cassinelle: piano anti elettrosmog

Dopo un lungo lavoro, coordinato da Polab, pronto il documento per gestire le richieste di installazione di ripetitori telefonici. "Le zone scelte assicurano emissioni contenute"
CASSINELLE - Un piano di localizzazione che può rappresentare uno strumento utile contro il proliferare indiscriminato degli impianti di telefonia. E’ stato ultimato a Cassinelle dopo un lungo lavoro che ha visto protagonisti i membri del comitato “no antenna” del paese, le associazioni ambientaliste attive sul tema dell’elettromagnetismo, lo studio Polab che ha fornito la base scientifica per arrivare al piano. Una storia iniziata quando Wind ha fatto richiesta di installare un’antenna in un terreno di via Marconi nel centro del paese. “La storia di Cassinelle  - spiega Ombretta Piana, portavoce del comitato - è un grande esempio di educazione civica che mi fa piacer ricordare: è l’espressione di un’azione congiunta, dove ogni parte ha saputo svolgere il suo ruolo fino in fondo. Grazie agli abitanti di Cassinelle che hanno firmato la petizione ed espresso in maniera unanime la volontà di accogliere il progresso secondo una pianificazione condivisa tra utenti, amministrazione e gestori. Grazie a tutti i soci di “Legambiente”, rappresentati dalla Presidente del Circolo Ovadese, e dal responsabile del settore energia in Piemonte e Valle d’Aosta per “Legambiente”, dottor Giampiero Godio, per la loro competenza e disponibilità. Grazie alle forze di maggioranza ed opposizione dell’Amministrazione del Comune di Cassinelle per aver scelto di prendersi la responsabilità legale ed economica della redazione del Piano di Localizzazione in tempi di crisi e ristrettezze economiche”.

Tra i punti individuati dallo studio per eventuali installazioni il capmpanile dell’ex chiesa parrocchiale di Santa Margherita, un’area fuori del paese in Località Vagli. “Gli studi dimostrano – prosegue Piana – che in ogni caso i valori di emissione sono molto bassi. Il grazie più sentito ai membri del Comitato “No Antenna” – Laura Peruzzo e Sabrina Dattilo – che con me hanno condiviso, senza mai tirarsi indietro, le speranze e le paure di una strada a tratti tortuosa, ma che valeva la pena percorrere. 

10/07/2015

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa