Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Saldi, il vero nemico ora sono gli acquisti online: "Giusta una web tax"

Dalla grande distribuzione alla grandissima distribuzione il mirino si è spostato di poco: i negozianti chiedono più regole per i saldi (che iniziano troppo presto) per piattaforme in rete e negozi, che però mantengono sempre quel 'lato umano' per gli amanti dello shopping
ALESSANDRIA -  È la prima estate di saldi e la prima stagione del patto di collaborazione tra Ascom e Confesercenti per promuovere maggiormente le vendite nei piccoli negozi. Ma se fino ai saldi passati il nemico numero uno delle associazioni di categoria era il centro commerciale, ora la bestia nera è l'online.

I saldi iniziano troppo presto scontrandosi anche con le regole del piccolo commercio sugli sconti, molto diverse e penalizzanti rispetto a quelle che segue la grande distribuzione o il commercio on line” ha commentato Manuela Ulandi, presidente Confesercenti, che torna a ribadire la necessità di una “revisione” di tutta la materia relativa al commercio e soprattutto una “regolamentazione” dei saldi. Dello stesso avviso è Vittorio Ferrari, numero uno Ascom Alessandria: “Abbiamo chiesto l’introduzione della web tax a livello nazionale perché i colossi del web devono stare sullo stesso mercato con le stesse regole e con le stesse imposte delle nostre attività commerciali. Ed i nostri negozi, nonostante la crescita esponenziale dell’e-commerce, hanno ancora da offrire molti vantaggi ed opportunità che un sito di vendita on line non potrà mai dare”.
Per esempio? “Il lato umano della vendita assistita e l'esperienza diretta di fare acquisti”.

“La stagione che non è ancora veramente iniziata qui ad Alessandria e che perciò i saldi rappresentano davvero una grande occasione per la clientela con sconti iniziali che vanno dal 30 al 40%”, ricorda Ulandi che è riuscita a far aprire i negozi anche nelle sere di motoraduno dei centauri. Gli studi di settore calcolano la spesa pro capite durante i saldi tra i 100 e i 165 euro: “Migliora il clima di fiducia dei consumatori e delle imprese a giugno, dopo la flessione dei mesi precedenti”, le fa eco Ferrari, “Ci fa ben sperare e c’è attesa anche se le previsioni di vendita, a livello nazionale, sono in linea con quelle del 2017”.


Il mini vademecum di Confcommercio e Federazione Moda Italia per il saldo corretto
 
Per il corretto acquisto degli articoli in saldo, Confcommercio e Federazione Moda Italia ricordano alcuni principi di base:

1. Cambi: la possibilità di cambiare il capo dopo che lo si è acquistato è generalmente lasciata alla discrezionalità del negoziante, a meno che il prodotto non sia danneggiato o non conforme (art. 1519 ter cod. civile introdotto da D.L.vo n. 24/2002). In questo caso scatta l’obbligo per il negoziante della riparazione o della sostituzione del capo e, nel caso ciò risulti impossibile, la riduzione o la restituzione del prezzo pagato. Il compratore è però tenuto a denunciare il vizio del capo entro due mesi dalla data della scoperta del difetto.
 
2. Prova dei capi: non c’è obbligo. E’ rimesso alla discrezionalità del negoziante.
 
3. Pagamenti: le carte di credito devono essere accettate da parte del negoziante.
 
4. Prodotti in vendita: i capi che vengono proposti in saldo devono avere carattere stagionale o di moda ed essere suscettibili di notevole deprezzamento se non venduti entro un certo periodo di tempo. Tuttavia nulla vieta di porre in vendita anche capi appartenenti non alla stagione in corso.
 
5. Indicazione del prezzo: obbligo del negoziante di indicare il prezzo normale di vendita, lo sconto e il prezzo finale.
7/07/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Operazione Borderline
Operazione Borderline
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponte Tiziano: la crepa sul terrapieno
Ponte Tiziano: la crepa sul terrapieno
Teatro Comunale e Caffè Marini, cresce il degrado
Teatro Comunale e Caffè Marini, cresce il degrado
L'ex mercato coperto di via San Lorenzo tenta la rinascita
L'ex mercato coperto di via San Lorenzo tenta la rinascita
Il crollo del viadotto Morandi a Genova
Il crollo del viadotto Morandi a Genova