Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

San Paolo: musica, comunità e riflessione per chiudere l’anno del Patrono

Si è chiuso con una serata completa e ristoratrice per il corpo, la mente e l’anima - come ha sottolineato il parroco don Giorgio Santi - il ciclo di appuntamenti per i 150 anni dalla canonizzazione di San Paolo

OVADA - E' terminato l'altra sera, con un evento particolarmente riuscito "a base" di musica e riflessione, il ciclo di appuntamenti promosso in occasione del 150esimo anniversario della canonizzazione di San Paolo, concittadino e patrono. Una serata completa e ristoratrice per il corpo, la mente e l’anima, come ha sottolineato il parroco don Giorgio Santi. Bilancio positivo, dunque, grazie all’ampia collaborazione di tante persone che “ci hanno messo il cuore”. Dopo la Santa Messa presieduta da Padre Massimiliano, in rappresentanza di tutti i passionisti del mondo, la comunità, scesa nel salone don Valorio, ha trovato ad attenderla un duo d’eccezione, i maestri Roberto Margaritella e Daniele Scurati, che hanno proposto musiche per chitarra e fisarmonica. Uno spazio dedicato non solo alla musica, ma anche alla riflessione, visto che prima dell’esecuzione di ogni pezzo, i due artisti hanno aiutato il pubblico a capire meglio i brani suonati presentandoli e situandoli nel tempo in cui sono stati scritti.

Nell’intervallo una dolce pausa col gelato offerto da “La tua cremeria” di Tagliolo Monferrato: il carrettino è stato letteralmente preso d’assalto. Nella seconda parte le apprezzatissime Freedom Sisters, dal palco del salone, hanno portato gli ascoltatori nel mondo degli spiritual e hanno coinvolto tutti con la loro notevole capacità di trasmettere non solo musica ma sentimenti e calore. Le offerte raccolte verranno impiegate per terminare di pagare il sistema di insonorizzazione installato e che abbiamo provato essere veramente efficace: acustica perfetta anche senza ricorrere all’amplificazione. Il ricordo della canonizzazione di San Paolo ha fornito l’occasione di vivere un momento di comunità molto gradevole in conviviale amicizia. Inoltre, come fa notare la comunità, “ci ha invitato a pensare e a pregare un po’ più spesso il nostro Santo che, con la sua vita e i suoi scritti, ci aiuta a comprendere il grande amore di Dio per tutta l’umanità attraverso la meditazione della Passione di Gesù e ci ha ricordato che “non sarà mai abbandonato chi confida nel Signore”.

4/07/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Operazione Borderline
Operazione Borderline
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponte Tiziano: la crepa sul terrapieno
Ponte Tiziano: la crepa sul terrapieno
Teatro Comunale e Caffè Marini, cresce il degrado
Teatro Comunale e Caffè Marini, cresce il degrado
L'ex mercato coperto di via San Lorenzo tenta la rinascita
L'ex mercato coperto di via San Lorenzo tenta la rinascita
Il crollo del viadotto Morandi a Genova
Il crollo del viadotto Morandi a Genova