Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Serie C - girone A

Barlocco-Fischnaller: l'Alessandria si fa bella anche ad Arezzo

Al 27' la sblocca il 'redivivo' Barlocco, poi l'Arezzo colpisce due legni con Cutolo e Moscardelli ma Fischnaller da subentrante risulta ancora una volta decisivo siglando il raddoppio al 76'. Grigi ora al sesto posto
AREZZO - Marcolini conferma le previsioni e schiera Sciacca al posto di Piccolo, squalificato. Sulla sinistra Barlocco per Fissore, 'vittima' del turn over. Dal centrocampo in su l'unico cambio rispetto al match con la Robur è, un po' a sorpresa, Russini per Sestu dal 1'. 

Nei primi 10' il possesso di palla e le (timide) incursioni in area avversaria sono di marca alessandrina, tanto che al 7' Russini manca di pochissimo il gol su assist al bacio di Gatto, la conclusione dell'esterno grigio lambisce la traversa da pochi passi. All'11 ancora Russini scatta sul filo del fuori gioco e dal limite prova un pallonetto che termina fuori di un metro, ma il guardalinee aveva già alzato la bandierina. Due minuti più tardi il primo affondo toscano: Yebli va via sulla destra e mette in mezzo per Moscardelli, spazza la difesa ospite. L'Arezzo patisce le ripartenze piemontesi e al 17' rischia grosso sullo scatto di Gonzalez che serve un liberissimo Chinellato a cui tocca solo appoggiare in rete, ma anche questa volta Dionisi aveva già interrotto l'azione per off side. Gli amaranto provano a farsi pericolosi al 23' con il sinistro di Cutolo dai 20 metri, il tiro è impreciso. Dal calcio di punizione di Gonzalez al 27' nasce la rete del vantaggio mandrogno: sul traversone dell'argentino c'è l'inzuccata di Sciacca, grande intervento di Perisan che salva sotto la traversa. Dal successivo calcio d'angolo si scatena un batti e ribatti, sbroglia tutto Barlocco scaricando a rete: gol alla prima da titolare per l'ex Pro Vercelli. Al 34' due clamorose occasioni per parte: prima Moscardelli impegna Vannucchi con un bel colpo di tacco su palla in area di De Feudis, poi è Gonzalez a costringere Perisan agli straordinari su tiro diretto sul secondo palo dopo un repentino contropiede innescato dallo stesso Gonzalez. Dopo il vantaggio dell'Alessandria i padroni di casa si fanno più aggressivi e la partita diventa più fisica. L'Arezzo continua a soffrire sulla sinistra in modo particolare: al 40' Nicco centra il palo dopo un scambio con Russini che poco dopo, libero a centro area, conclude di testa tra le braccia di Perisan. Al 44' altro sussulto di Moscardelli che dai 16 metri imita Nicco colpendo anche lui il legno alla destra di Vannucchi, toscani vicinissimi all'1-1. Non c'è recupero, si va negli spogliatoi. 

Doppio cambio per Pavanel al rientro dall'intervallo: fuori Ferrario per Talarico e Di Nardo per Yebli. Arezzo subito in avanti, al 48' Di Nardo sfiora il pareggio con un rasoterra deviato in corner da Vannucchi. Toscani decisamente più arrembanti e nel giro di un minuto vanno di nuovo vicinissimi all'1-1 con la clamorosa traversa di Cutolo e il tiro smorzato di Moscardelli bravo a girarsi in area tra Sciacca e Giosa. I ritimi sono martellanti in questo avvio di secondo tempo: al 52' è Russini a divorarsi la rete del raddoppio mettendo a lato da pochi passi. Ora sono i grigi a patire sulla sinistra e al 58' Cutolo fa partire un destro diretto all'incrocio che però trova pronto Vannucchi. Al 60' primo cambio per Marcolini: out Chinellato, dentro Fischnaller. Al 61' altra clamorosa occasione per l'Arezzo con il tocco al volo di Di Nardo che a tu per tu con Vannucchi calcia addosso al portiere. Si ferma in gola l'urlo della curva aretina. Al 67' Sestu prende il posto di un ottimo Russini. L'Arezzo fa la partita, ma al 76' è l'Alessandria a trovare il gol: contropiede fulmineo da metà campo, va via Gonzalez che si porta ai 20 metri e serve l'accorrente Fischnaller, per l'altoatesino è un gioco da ragazzi infilare Perisan. Raddoppio ospite e grossa ipoteca sui tre punti grigioneri. Gli ospiti, oggi davvero micidiali in contropiede, mancano il tris all'87' con Fischnaller lanciato da Sestu, l'ex Sudtirol colpisce in pieno il primo palo da posizione defilata.
Fino al triplice fischio di Dionisi gli ospiti amministrano senza problemi.

Un altro risultato positivo per la truppa di Marcolini, alla settima vittoria in otto partite. Un successo che permette ai grigi di raggiungere il Monza e la Giana a quota 34. Un pizzico di fortuna nei due legni colpiti da Cutolo e Moscardelli, compensata però da un atteggiamento tattico quasi perfetto che ha saputo sfruttare al massimo le ripartenze nei momenti di incertezza della retroguardia di Pavanel. Prossima domenica al Moccagatta scontro diretto con il Monza, nel mirino c'è il quarto posto. Mercoledì, intanto, al 'Mocca' si gioca il quarto di Coppa Italia di C con il Renate, calcio di inizio alle 19.30


AREZZO-ALESSANDRIA  0-2
Reti: 27' Barlocco; 76' Fischnaller

Arezzo (3-5-2): Perisan; Muscat (35'st Cellini) Varga, Ferrario (1'st Talarico); Luciani, Yebli (1'st Di Nardo), De Feudis (36'st Cenetti), Foglia, Sabatino; Moscardelli, Cutolo. A disp.: Ferrari, Mazzarani, Benucci, Criscuolo, Franchetti, Campagna, Semprini, Regolanti. All.: Pavanel
Alessandria (4-3-3): Vannucchi; Celjak, Sciacca, Giosa, Barlocco; Gatto, Gazzi, Nicco; Gonzalez (44'st Fissore), Chinellato (15'st Fischnaller), Russini (22'st Sestu). A disp.: Pop, Lovric, Ranieri, Ragni, Blanchard, Kadi. All.: Marcolini

Arbitro: Dionisi di L'Aquila

Ammoniti: nessuno

Spettatori: 1800 circa
11/02/2018
Alessandro Francini - sport@alessandrianews.it

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook