Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Pallavolo

La metamorfosi della Mangini Under17

La prima parte di stagione dei ragazzi della pallavolo novese raccontata dai due coach Dario Visconti e Andrea Repetto

 

PALLAVOLO - Stessi protagonisti (quasi), stesse avversarie, ma risultati diametralmente opposti da un anno all’altro. E’ la piccola grande storia dell’Under 17 della Mangini Novi pallavolo, trasformatasi in pochi mesi da baco in farfalla. Se l’anno scorso i giovani novesi faticavano a conquistare un successo anche al tie-break, quest’anno i biancoblù stanno dominando il girone di qualificazione alle fasi regionali con un tabellino di marcia senza precedenti, fatto di 10 successi in altrettanti match e di un solo set perso (ad Acqui, alla seconda di andata più per propri demeriti).

Eppure, l’organico è quasi immutato anche se il ritorno da Cuneo del talentino Matteo Repetto ha infuso maggiore convinzione nel gruppo: Repetto infatti, pur giocando stabilmente in B2 in prima squadra, non rinuncia mai a un match con i suoi coetanei e il suo atteggiamento vale più di mille parole. Ridurre però la trasformazione dell’Under 17 novese a un solo giocatore sarebbe ingeneroso e sbagliato come spiegano Dario Visconti e Andrea Repetto, i due coach della squadra: “Rispetto alla passata stagione tutto il gruppo ha saputo crescere in maniera esponenziale. Sia negli allenamenti che in partita i ragazzi sono maturati e stanno trasformandosi in giocatori di pallavolo, capaci di conoscere i propri limiti e di trasformarli in un arma a proprio vantaggio. L’esperienza in serie D ci sta giovando perché giocare coi “grandi” dà nuovi stimoli e ti fa vedere la pallavolo da un’altra angolazione”. Per scelta societaria infatti la Mangini ha confermato l’iscrizione di una squadra alla serie D e l’organico è composto prevalentemente dai ragazzi dell’Under 17 che si sdoppiano in match dove raccolgono pochi successi ma tanta esperienza che poi si fa sentire nel torneo coi loro coetanei. Mentre il passaggio alla fase regionale al primo posto è ormai in cassaforte, il gruppo pensa già ai prossimo avversario con la convinzione che contro ogni rivale non si parte battuti, come spiegano ancora i due tecnici: “Sappiamo che nella fase regionale troveremo squadre ostiche e forti ma i ragazzi vogliono giocarsela con chiunque perché in Piemonte non esiste formazione in grado di vincere passeggiando”. Per prepararsi al meglio alla fase regionale di febbraio (altro girone di qualificazione, poi le sfide a eliminazione diretta) i novesi a inizio anno, nel week end della Befana,saranno di scena, unica compagine alessandrina iscritta, al Bear Woll Volley di Biella, kermesse di spessore europeo.

 

30/12/2014
Maurizio Iappini - sport@alessandrianews.it

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook