Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Ostello: si va verso la gestione temporanea

Tra le ipotesi vagliate dal Comune di Ovada, quella più probabile riguarda la possibilità di procedere con un’apertura temporanea con affidamento a un gestore tramite accordo diretto

OVADA - Dal dibattito in consiglio comunale all'apertura del cantiere per il restyling  della struttura (finalizzato al ripristino delle murature e degli intonaci interni ed esterni, al fissaggio delle persiane oscuranti e alla sostituzione del vetro su porta) sono passate solo poche settimane. I lavori, affidati alla ditta Turco Marco di Cremolino sono iniziati nei giorni scorsi. Nel frattempo il Comune di Ovada è alla ricerca di una soluzione per la gestione dell’ostello all’interno del Polisportivo Geirino, l’albergo nato per essere meta degli sportivi, entrato in una difficile transizione da quando la cooperativa Coserco ha abbandonato la gestione un anno fa.

Tra le ipotesi rimaste sul tavolo, quella più probabile riguarda la possibilità di procedere con un’apertura temporanea con affidamento a un gestore tramite accordo diretto. Un provvedimento già adottato nel 2017, dopo la prima gara andò deserta. Si attende ancora la riapertura del bando. Ma la pubblicazione delle linee guida per questa soluzione temporanea conferma le intenzioni di Palazzo Delfino. Sulla delibera non è scritto il giorno in cui l’accordo sarà attivo ma la “finestra” si chiuderà il prossimo 10 settembre.  “Serve che la struttura sia aperta nella bella stagione, nell’interesse della zona e del Geirino, che organizza vari campus in estate”, dice l’assessore al Bilancio, Giacomo Pastorino. Non da oggi lo sviluppo di un’interazione più compiuta tra impianti sportivi e ostello è indicata da molti come una soluzione per dare ulteriore ossigeno alla Servizi Sportivi che nei mesi scorsi ha completato il suo difficile percorso di risanamento economico e finanziario.

 

6/06/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook