Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Basket - Coppa Italia di A2

Coppa Italia di A2: Derthona asfalta Trieste, Casale cade con Ravenna

I tortonesi schiantano di venticinque punti l'ex capolista del girone Est, la Junior imprecisa al tiro cede con una Ravenna cinica e concreta
JESI - Dura solo dieci minuti il regolare dominio della testa di serie Trieste su Tortona: il 10-23 del secondo periodo spezza ogni sogno per i giuliani, la cui prestazione è stata definita dallo stesso tecnico Dalmasson “imbarazzante”. Dalla palla a due vinta, Trieste allunga grazie a Cittadini e Cavaliero fino al 13-8, poi la luce si spegne di colpo, entra il pezzo pregiato del mercato del Derthona Alibegovic e la partita cambia volto: un assist per Spanghero e cinque punti in proprio ricuciono lo strappo e permettono ai ragazzi di Pansa di rientrare fino al -2 della sirena e poi di allungare ad inizio secondo periodo. Trieste crolla mentalmente e fisicamente, Tortona preme sull’acceleratore e piano piano allunga: all’intervallo lungo è 29-40, ma è già un buon risultato perchè ad un certo punto il vantaggio bianconero aveva toccato i +14.

La musica non cambia nel terzo parziale nonostante l’ultimo sussulto di Trieste che nel finale avrebbe fra le mani la palla di un possibile -5 e in un amen si ritrova schiacciata da un parziale di 8-0 Tortona firmato anche da uno strepitoso Johnson - che a fine gara verrà premiato vestito da pistolero come miglior marcatore del match - chiudendo così 48-61. L’ultimo quarto vede Tortona continuare a passeggiare su Trieste che sembra impotente: Sorokas e Johnson firmano il +17, poi la partita si ferma per una decina di minuti perchè il tabellone segnapunti impazzisce e Pansa ne approfitta per dare un paio di dritte ai suoi ragazzi. Il vantaggio degli alessandrini però è troppo perchè anche questa pausa inattesa possa scalfire la solidità mentale del gruppo, e l’ultimo quarto scorre placido e tranquillo fino al 66-91 finale: Tortona strappa il primo biglietto per le semifinali dove oggi alle 18 incontra Biella che si è sbarazzata con qualche patema di Udine.


ALMA TRIESTE - BERTRAM DERTHONA 66-91

(19-17; 29-40; 48-61)

Alma Trieste: Janelidze 4, Schina 2, Cavaliero 14, Cittadini 4, Deangeli 2, Loschi 8, Bowers 6, Prandin 2, Coronica 2, Da Ros 5, Fernandez 2, Green 15 All. Dalmasson
Bertram Derthona: Quaglia 2, Cremaschi, Johnson 24, Alibegovic 15, Apuzzo, Stefanelli 6, Garri 9, Sorokas 17, Spanghero 9, Radonjic 2, Gergati 7 All. Pansa



Non sono fortunati come i loro “cugini” tortonesi i tifosi di Casale: anche per loro code incredibili nella neve, autostrada intasata e scelta di passare per la dorsale tirrenica che non si rivela più fortunata; in più, la tristezza di vedere la Junior perdere cedendo proprio in quegli ultimi due quarti dopo che per buona parte della gara la partita era rimasta in bilico. Il primo allungo è per Ravenna che dopo 5’ è avanti di sei punti: Ramondino chiama timeout, i suoi rispondono e pareggiano la gara costringendo alla pausa questa volta Martino. Al rientro in campo Ravenna infila un nuovo minibreak che le consente di chiudere il quarto avanti 19-25. L’inizio dei secondi dieci minuti è però favorevole alla Junior che con un parziale di 9-2 mette il naso avanti recuperata da un centro di Sgorbati; alle ottime percentuali di Ravenna al tiro fa da contraltare la grande produzione dei rossoblu ed all’intervallo lungo le squadre sono divise solo da un punto sul 36-37.

Nel terzo quarto si incomincia a vedere un po’ di stanchezza fra le fila casalesi, tanto che Ravenna strappa subito un +5 che poi mantiene fra alti e bassi per dieci minuti trascinata da Rice e Giachetti: alla sirena è 49-52, un gap colmabile per Casale. Nonostante due triple consecutive di Blizzard portino il distacco solo a -1 sul 59-60, la Junior non riesce mai a trovare la continuità necessaria per impensierire gli avversari, che di contro cercano e trovano canestri facili continuando a muovere il punteggio fino ad arrivare alla doppia cifra di vantaggio quando Grant appoggia a canestro a poco più di 30” dal termine; i due punti recuperati da lì permettono a Casale di salvare almeno l’onore, ma in semifinale nel derby regionale con la Fortitudo che ha battuto Trapani nella gara serale ci va Ravenna.

NOVIPIU’ CASALE - ORASI’ RAVENNA 67-75
(19-25, 36-37, 49-52)

Novipiù Casale: Denegri 3, Tomassini 13, Valentini 2, Blizzard 9, Martinoni 6, Severini 7, Cattapan 4, Bellan 1, Sanders 8, Marcius 14. N.e.: Ielmini, Banchero. All.: Ramondino
OraSì Ravenna: Montano 5, Sgorbati 4, Giachetti 17, Chiumenti, Raschi 3, Esposito 2, Masciadri 7, Vitale 2, Rice 19, Grant 16. All.: Martino

 
3/03/2018
Fabrizio Merlo - sport@alessandrianews.it

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano
Stefano Guala è l'imprenditore dell'anno
Stefano Guala è l'imprenditore dell'anno
Io lavoro 2018: occasione straordinaria per far incontrare domanda e offerta
Io lavoro 2018: occasione straordinaria per far incontrare domanda e offerta
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini