Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Basket - Coppa Italia di A2

Spettacolo Bertram: annichilita Ravenna, la Coppa Italia di A2 è dei leoni!

Non c'è praticamente partita nell'ultimo atto della Coppa Italia di A2: il Bertram domina su Ravenna e si porta a casa uno storico trofeo
JESI - Si comincia con un minuto di silenzio per ricordare lo sfortunato capitano della Fiorentina Davide Astori, e nel palazzetto che fino ad un secondo prima brulicava di vita il risultato è toccante. Ravenna vince la palla a due ma bisogna attendere quasi un minuto perchè Giachetti sblocchi il risultato e Garri risponda subito dopo. Masciadri - due volte - Stefanelli e Spanghero fanno centro da lontano, le due squadre restano a contatto senza che nessuno riesca a distanziare l’avversaria. Ci vogliono tre triple consecutive di Sorokas, Stefanelli e Johnson perchè Martino chiami il primo timeout con Ravenna quasi doppiata dai leoni sul 19-10 dopo poco più di metà periodo. Al rientro ancora Johnson mette il +12 e meno male che Montano ferma la serie di Tortona perchè sull’errore successivo di Masciadri Garri mette un libero su due e ripristina la doppia cifra di vantaggio. Il punteggio si congela fino ai liberi di Raschi, Spanghero lo imita, Rice a metà mentre Chiumenti è infallibile e dopo l’appoggio di Quaglia il quarto si chiude con il tiro sul ferro di Spanghero.

Le triple all’inizio del secondo parziale di Sorokas e Stefanelli valgono il +16 per Tortona e il secondo timeout per Ravenna che finora ha tirato con il 25% dal campo: al rientro i giallorossi lasciano scadere i 24 secondi e commettono un fallo in attacco con Chiumenti permettendo a Garri di appoggiare il 35-17 in 2’. Ravenna mette due canestri pesanti con Rice e Chiumenti e questa volta a chiamare timeout è Pansa che nonostante il +14 non vuole correre rischi. Gli errori successivi del Derthona dimostrano quanto avesse ragione, ma anche Ravenna in attacco è spuntata e così a muovere il punteggio è un canestro di Quaglia prima di un altro momento di pausa sul 37-21. Quando i leoni si riaccendono arrivano altri cinque punti per il 42-21 del doppiaggio, poi un canestro di Giachetti ferma il nuovo parziale per Tortona che prima di rientrare negli spogliatoi per l’intervallo lungo allunga ancora 49-23 con due triple di Gergati e Radonjic che rendono meno amara la bomba di Giachetti sulla sirena.

Dopo l’intervallo però continua l’incubo per Ravenna che prima incassa un canestro di Sorokas e poi si vede fischiare un tecnico a Giacchetti su un tentativo da fuori di Johnson che così va in lunetta quattro volte mettendone tre per un impressionante 54-26. La tripla di Montano scuote un po’ i ragazzi di Martino che accorciano ancora con Giachetti ma Stefanelli prima e Sorokas poi tagliano le gambe a Ravenna che a più di 4’ sul cronometro è già in bonus di falli. Sulla tripla di Johnson del +30 Martino è costretto a chiamare un timeout, sul 63-39 dopo sei punti consecutivi di Ravenna tocca a Pansa che ha il compito non da poco di mantenere concentrati i suoi ragazzi che ormai vedono il traguardo vincino con poco meno di 12’ ancora da giocare. La circolazione di palla del Derthona rimane comunque buona e la tripla di Johnson per il +32 ad inizio ultimo quarto - con un devastante 89-18 sulle valutazioni - trasforma gli ultimi dieci minuti in una via di mezzo fra una festa ed un lungo garbage time: Grant delizia gli spettatori con una schiacciata in mezzo alle maglie rosse, il distacco si ridimensiona ma resta più che rassicurante con un 75-50 a metà periodo. A 2’ dal termine parte la festa sugli spalti e poco dopo si aggiunge anche il campo: l’esordiente Tortona si fa un bel regalo e conquista la Coppa Italia di A2. 


BERTRAM DERTHONA - ORASI’ RAVENNA 89-57 (27-17, 49-26, 71-39)

BERTRAM DERTHONA: Stefanelli 19, Cremaschi, Alibegovic, Sorokas 14, Radonjic 5, Apuzzo, Quaglia 6, Garri 5, Gergati 4, Johnson 29, Spanghero 7. Coach Pansa
ORASI’ RAVENNA: Montano 10, Sgorbati, Giachetti 9, Chiumenti 5, Raschi 2, Esposito 2, Masciadri 13, Vitale 4, Rice 3, Grant 9. Coach Martino
4/03/2018
Fabrizio Merlo - sport@alessandrianews.it

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Stefano Guala è l'imprenditore dell'anno
Stefano Guala è l'imprenditore dell'anno
Io lavoro 2018: occasione straordinaria per far incontrare domanda e offerta
Io lavoro 2018: occasione straordinaria per far incontrare domanda e offerta
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi